Quanto è importante la pulizia di una fabbrica

Pulizia fabbriche Pagi

Cosa c’è da sapere sulla pulizia dei materiali di scarto prodotti dalle industrie

Pulire casa, per quanto grande essa possa essere, non è esattamente come prendersi cura della pulizia di una fabbrica. Mantenere un intero stabilimento ben pulito e in ordine non è affare da poco, tanto in termini igienico-sanitari, quanto ai fini dell’efficienza e della produttività. Rifiuti di vario tipo, materiali di scarto, polveri, sporco sono solo alcuni dei problemi da affrontare in modo mirato e sistematico. Non a caso esistono imprese specializzate in pulizie industriali, in grado di affrontare la mole di lavoro che queste circostanze impongono. Scopri perché è così importante la pulizia in una fabbrica e quali sono gli aspetti da considerare.

Pulizia degli ambienti industriali e le superfici di cui avere cura

A prescindere dalle dimensioni degli spazi o dalla tipologia di produzione che si svolge al suo interno, la pulizia di uno stabilimento industriale o di una fabbrica non può mai essere sottovalutata. La cura nel pulire, lavare e igienizzare deve essere uguale per tutti gli ambienti, nessuno escluso, benchè possano esserci comunque delle aree considerate più critiche che necessitano di pulizie quotidiane e frequenti. Questo è il caso di bagni condivisi, mense, sale d’attesa, uffici amministrativi e altri ambienti ad alta concentrazione di germi, sporco e rifiuti. Un’attenzione particolare andrebbe riservata anche alle aree di “rappresentanza”, ossia quelle destinate ad accogliere clienti, pazienti, fornitori ecc. Una corretta pulizia degli ambienti di lavoro è, infatti, un biglietto da visita di non poco conto che puoi aiutare a migliorare l’immagine aziendale La pulizia degli spazi aziendali, comprende tutte le superfici orizzontali e verticali (dai pavimenti ai vetri, senza dimenticare arredi e complementi di vario tipo): attenzioni e cure specifiche dovranno essere prestate in base al tipo di materiale, privilegiano prodotti specifici e strumenti adeguati.

Igienizzazione edifici fabbriche

Pulizia materiali e attrezzature industriali

Quando si parla di pulizie aziendali è impossibile trascurare la quantità e la varietà di materiali attrezzature che è possibile trovare all’interno di uno stabilimento industriale. Ognuno di essi dovrà essere pulito e igienizzato in modo specifico e mirato. Qualche esempio? Ecco alcuni dei materiali che potresti trovare quando ti occupi di pulizie industriali:


  • Resina sintetica: spesso usata per pavimentazioni, consolidamento strutture di scale o bagni, ma anche per i complementi d’arredo, la resina sintetica è un polimero viscoso che si presta a una varietà di applicazioni. Proprio per questo è possibile trovarle in stabilimenti industriali di vario tipo, dal settore meccanico fino a quello farmaceutico.

  • Legno o linoleum: nella pulizia di un fabbrica così come di un piccolo laboratorio artigiano, è possibile trovare un’ampia gamma di superfici in legno come parquet, porte, infissi e arredi. La cura e la pulizia delle superfici in legno richiede attenzioni e prodotti ad hoc. Tali superfici, infatti, non richiedono solo di essere pulite e igienizzate, ma anche di essere trattate, nutrite e lucidate, specialmente nelle aree di rappresentanza, dove anche l’occhio vuole la sua parte.

  • Cotto: pavimenti e superfici in cotto hanno numerosi pregi. Oltre alla gradevolezza estetica, specialmente in alcuni tipi di ambienti, un pavimento in cotto ha il vantaggio di non mettere in evidenza lo sporco. Tuttavia, il fatto che non sia visibile a occhio nudo non esclude la necessità di fare pulizie accurate per igienizzare a fondo, agendo anche sullo sporco più invisibile. Uno svantaggio? Questo tipo di pavimento assorbe le macchie a una velocità impressionate e richiede interventi tempestivi e mirati.

  • Marmo: tra le superfici delicate di cui potresti doverti prendere cura durante la pulizia di una fabbrica o di uno stabilimento industriale rientra anche il marmo. Si tratta di un materiale resistente, ma anche molto poroso e di difficile manutenzione perché necessita di essere lucidato. Per mantenerlo sempre pulito e brillante, tra gli strumenti di pulizia professionale che non dovrebbero mai mancare rientra certamente una lucidatrice e della buona cera per pavimenti.

  • Cemento: specialmente per alcuni tipi di attività, la praticità dei materiali di cui si compone l’ambiente è essenziale. Un materiale come il cemento, che non richiede grosse attenzioni, sembra particolarmente adatto in una fabbrica. In realtà, chi si rivolge a un’impresa di pulizie industriali sa bene che il cemento è comunque soggetto a usura e richiede attenzioni particolari come trattamenti antipolvere e protettivi, che aiuta a proteggere dall’usura. Un discorso a parte merita l’aspetto igienico, che deve essere curato con particolari detergenti non aggressivi nei confronti della sua pellicola protettiva.


Consigli generali per la pulizia di uno stabilimento industriale

Esattamente come per le pulizie domestiche, anche nel modo delle pulizie industriali la regola fondamentale consiste nell’agire energicamente, ma sempre rispettando le superfici, senza aggredirle o danneggiarle. Questo implica che, per ottenere risultati impeccabili e preservare più a lungo possibile la bellezza delle superfici, non basta utilizzare detersivi e detergenti specifici, ma anche strumenti adeguati. Per questo è impensabile usare lo stesso spazzolone usato per un pavimento in cotto per uno in marmo o viceversa. Altro fattore da non dimenticare mai è quello dell’igiene e della sanificazione: lavorare in un ambiente salutare, pulito e salubre rientra tra i diritti fondamentali di ogni lavoratore. Per evitare di incorrere in grossolani errori o tralasciare aspetti importanti per il benessere di tutta l’azienda, meglio rivolgersi a imprese specializzate in pulizie industriali.

Ultimi POST