La pulizia “acrobatica” del Burj Khalifa

Pulizia Burj Khalifa Pagi

Come e quanto sono acrobatici i lava vetri del palazzo più alto di Dubai

Altezze vertiginose e vedute mozzafiato per veri capolavori dell’ingegneria e dell’architettura: sono i grattacieli, ormai icona indiscussa della città moderna, che si sviluppa sempre di più in altezza. Da Oriente a Occidente, la crescita verticale delle metropoli vede protagonisti edifici sempre più alti, dalle linee pulite e dalle forme avveniristiche, da ammirare con il naso all'insù.

Uno su tutti, l’ormai celebre Burj Khalifa di Dubai, il grattacielo più alto del mondo. Con le sue facciate tutte acciaio e vetri, ben 160 piani e829,80 metri, detiene anche il primato di struttura più alta mai costruita dall’uomo ed è ormai una meta turistica a tutti gli effetti. Insomma, un vero spettacolo dell’ingegneria.

E quando si tratta di lavare i vetri? Ti sei mai chiesto cosa succede? Nel caso del Burj Khalifa così come di molti altri imponenti edifici, la risposta è la pulizia acrobatica. Vere e proprie squadre di lavavetri acrobatici intrepidi e precisi, si prestano a questa insolita professione sempre più diffusa e organizzata. Ti basti pensare che, per il grattacielo più alto al mondo, occorrono 3 mesi per pulire e tirare a lucido le oltre 24000 finestre dell’edificio. Un bel daffare se si considera che, praticamente, una volta terminate tutte le superfici bisogna già ricominciare.

Pulizia vetri grattacieli: rischi e difficoltà


Gli esperti della pulizia acrobatica del Burj Khalifa di Dubai, più volte intervistati proprio per la spettacolarità del loro lavoro, sono tutti concordi nel ritenere che, per svolgere il mestiere di lavavetri di grattacieli, occorra precisione, attenzione e una buona dose di coraggio. La principale paura del team è proprio quella di lasciar cadere inavvertitamente uno degli attrezzi per la pulizia vetri che, per effetto delle altezze vertiginose, avrebbe non poche conseguenze sui malcapitati passanti. A questo, si aggiungano anche i rischi connessi alle altezze, ma anche gli incredibili turbini di vento che possono scuotere pericolosamente non solo i lavavetri, ma anche l’intero edificio. Il Burj Khalifa, infatti, è stato progettato appositamente con un’alternanza di curve e spigoli per ridurre l’impatto del vento sull’intera struttura.

Lavaggio vetri Burj Khalifa

Se rapportato all’estrema modernità della dell’edificio, il fatto che la pulizia dei vetri di grattacieli di questa portata venga ancora eseguita manualmente fa piuttosto sorridere.

Eppure i lavavetri in quota addetti alla pulizia facciate continue di grattacieli e edifici alti è un mestiere sempre più diffuso, che comporta alti rischi e l’utilizzo di speciali attrezzature per la pulizia professionale. Un ruolo fondamentale è quello giocato dalla formazione degli impavidi lavavetri acrobatici, poiché nulla può essere lasciato all’improvvisazione.

Per questo è indispensabile affidarsi a imprese di pulizie specializzate nella pulizia facciate di grattacieli, dotate del personale adatto e delle strumentazioni più adeguate per un risultato impeccabile e la massima sicurezza degli addetti ai lavori.

Ultimi POST